In Google

Quella macchina infernale di  Google

I motori di ricerca sono diventati un aspetto fondamentale delle nostre vite.

Apri il browser web e la prima cosa che appare è Google.

Cosa vuoi sapere?

Digitare le prime lettere e fare clic su Cerca. In meno di un secondo hai 10 possibili risposte alla tua richiesta.

È Figo, molto figo!!!!!!!!!!

Ma come fa?

Google segue un processo a tre fasi

Fondamentalmente, fa questo:

  1. Traccia i miliardi di pagine accessibili sul Web
  2. Li memorizza nel loro indice
  3. Quando un utente effettua una query (ricerca) offre un elenco di pagine pertinenti

Diamo uno sguardo da vicino ad ogni passaggio

1. Traccia milioni di pagine accessibili sul Web

La traccia della rete è un compito mostruoso, per cui Google non lo fa “personalmente”. Invece, utilizza un programma chiamato robot , che invia per raccogliere pagine.

Quando un robot raggiunge una pagina web, ciò che fa è leggerlo e raccogliere determinate sezioni che memorizzeranno nel suo indice. Quindi seguire i collegamenti contenuti nella pagina e continuare a fare lo stesso su altre pagine.

Il processo è simile a quello di un alveare che invia le sue api per raccogliere polline da fiore a fiore. Google è l’alveare, i robot sono api e ogni fiore è una pagina web. Polline sono i contenuti che il motore di ricerca utilizza per classificare il Web attraverso i suoi algoritmi segreti .

2. Memorizza le pagine nel loro indice

Non c’è alcuna utilità in questo sforzo se le informazioni raccolte non vengono memorizzate in nessun posto. Così, una volta che il robot ha raccolto il contenuto di una pagina, il suo compito successivo è quello di memorizzarlo nelle sue enormi basi di dati.

Questo processo è chiamato indicizzazione e il suo scopo è quello di memorizzare tutte le informazioni che Google avrà bisogno al momento della ricerca di qualcuno.

3. Fornisce un elenco ordinato di pagine

La ricerca inizia con una query di ricerca. Il passaggio successivo si verifica quando il motore di ricerca restituisce un elenco di pagine ordinate con l’intento di soddisfare la richiesta.

Per eseguire questa attività, Google effettua due cose:

  1. Selezionare le pagine relative alle parole immesse
  2. Ordinate le pagine una dopo l’altra a propria discrezione

È così semplice.

Quello che tutti vorrebbero sapere è …

Quali criteri segue Google per ordinare i risultati?

La verità è che nessuno lo sa esattamente. Naturalmente, il motore di ricerca non vuole che nessuno conosca i suoi segreti. Altrimenti, chiunque potrebbe creare pagine web che soddisfano esattamente i loro criteri e quindi appaiono in prima posizione per qualsiasi termine di ricerca.

La buona notizia è che i loro metodi possono essere spiegati.

Abbiamo detto che Google prima seleziona le pagine e li ordina, no?

Vediamo come:

Per selezionare le pagine che fanno parte del risultato, il motore di ricerca inizia scorrendo il suo vasto database di pagine che contengono il termine esatto immesso nella casella di ricerca, nonché le varianti e sinonimi. Quindi applica una serie di regole per valutare l’importanza di ciascuna pagina e ottenere l’ordine da visualizzare.

In questo compito si utilizzano diversi fattori, la maggior parte dei quali ha a che fare con:

  • Quanto è rilevante una pagina per ciò che stai cercando
  • Quanto è popolare una pagina nell’argomento

Al fine di calcolare la pertinenza, le parole contenute nella pagina web sono considerate, dove si trovano e in che formato. In termini di popolarità , vengono considerati i collegamenti che la pagina riceve; quanti e da quali pagine, quali parole sono nel testo del link e altre cose.

conclusione

Google non fa magia, in realtà segue un processo logico per scoprire e ordinare il Web. Tuttavia, ciò che hai visto qui è solo una descrizione base di come funziona.

Ti è piaciuto l'articolo ?
[Totale: 0 Media Voto: 0]
Post recenti
Lascia un commento

Leave a Comment

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

sitemap xml