In Google, SEO

Sitemap XML

Molte volte i motori di ricerca hanno difficoltà a trovare le pagine del tuo sito.

Questo è ciò che accade quando:

  • Hai link in JavaScript, Java o Flash
  • Il tuo sito è nuovo e non sei abbastanza legato alle pagine interne
  • Hai molte pagine e queste non sono ben collegate

In questi casi, una Sitemap è una risorsa preziosa per migliorare l’indicizzazione.

Che cosa è una Sitemap XML?

Probabilmente già conosci le mappe del sito in HTML; quelle pagine statiche con cui si accede con un collegamento al footer che forniscono una panoramica del sito,  Beh, una Sitemap XML è la stessa, ma in un formato che i motori di ricerca capiscono.

Nel 2005, Google aveva capito che le sitemaps tradizionali erano utili per individuare le pagine di un sito disponibile per l’indicizzazione. Ciò che è accaduto, che queste sono state migliorate dal punto di vista del motore di ricerca, quindi hanno deciso di lanciare il protocollo Sitemap di Google . Un anno dopo, MSN (Bing) e Yahoo! hanno aderito all’iniziativa e ha smesso di essere esclusivo di Google.

Nella sua forma più semplice, una Sitemap è un file scritto in extensible markup languageeXtensible Markup Language o XML), che fornisce un elenco delle pagine del sito, insieme ad altri dati. Queste informazioni aiutano i spider a identificare le pagine in grado di eseguire la scansione e i percorsi che egli seguono.

Pertanto, quando si hanno problemi di indicizzazione di determinate pagine , una Sitemap rende più facile la lettura dei il motore di ricerca, ma non è garantito.

Matt Cutts , capo di Google di spam web, spiega:

Immaginate di avere le pagine A, B e C sul tuo sito. Troviamo le pagine A e B naturalmente seguendo i tuoi link. Quindi creare una mappa del sito con le pagine B e C. Ora c’è una possibilità (ma non una promessa) che esploriamo la pagina C. Non elimineremo la pagina A solo perché non è elencato nella tua Sitemap. E solo perché hai incluso una pagina che non conoscevamo, non garantisce che la tracciamo.

Versione Sitemap

Le mappe del sito non solo aiutano i spider a trovare pagine semplici, ma anche video, immagini, notizie e contenuti mobili.

L’estensione del protocollo di sitemap supporta:

  • Video Sitemap – È possibile aumentare le probabilità che i tuoi video saranno trovati dai motori di ricerca se li inserisci in una mappa del sito. Le Sitemap video ti permettono di includere l’URL dove si trova il video, ma anche il titolo, la descrizione e la miniatura .
  • Sitemap di immagine – Come per le Sitemap di video, puoi anche migliorare l’indicizzazione delle tue immagini aggiungendole a una Sitemap.
  • Sitemap di notizie – Consente di controllare i contenuti da inviare a Google News.
  • Sitemaps per dispositivi mobili  – Indica il percorso in cui si trovano i contenuti mobili del tuo sito.

Come creare una Sitemap XML

La mappa più semplice che puoi creare è un file di testo con un URL per riga. Il problema con questo formato è che non è possibile includere ulteriori informazioni, ad esempio la data dell’ultima modifica, la frequenza delle modifiche e la priorità.

Con una Sitemap in formato XML è possibile.

Ecco come si presenta:

<urlset xmlns: xsi = “http://www.w3.org/2001/XMLSchema-instance” xsi: schemaLocation = “http://www.sitemaps.org/schemas/sitemap/0.9 http: //www.sitemaps .org / schemi / sitemap / 0.9 / sitemap.xsd “xmlns =” ​​http://www.sitemaps.org/schemas/sitemap/0.9 “>
<url>
<loc> http://seoking.it/ </ loc >
<lastmod> 2017-10-26T15: 45: 21 + 00: 00 </ lastmod>
<changefreq> daily </ changefreq>
<priorità> 1.0
</ url
>

A prima vista sembra complicato, ma non c’è bisogno scrivere tutto questo a mano; ci sono una manciata di strumenti che possono farlo per te.

Diamo un’occhiata ai Generatori Sitemap più comuni e facili da usare:

  • XML-Sitemaps – Un semplice strumento online. Inserisci il tuo dominio e scansiona automaticamente tutte le pagine, creando Sitemap di fino a 500 pagine. Se il tuo sito è grande puoi accedere a una versione a pagamento  installata sul server e funziona con PHP. Non ha limiti, consente anche la generazione di video, immagini, notizie e sitemaps mobili.
  • Google XML Sitemaps – Un plugin essenziale per WordPress. Aggiorna automaticamente la mappa del sito ogni volta che pubblici un nuovo post o una pagina e è altamente configurabile.

Se questi strumenti non sono sufficienti per soddisfare le tue esigenze, in questa pagina troverai tutte le risorse disponibili per creare mappe del tuo sito web. Alcuni di essi sono software  eseguibili da computer, altri richiedono l’installazione sul server e altri funzionano da una pagina web. C’è qualcosa per tutti.

Come inviare la tua Sitemap al motore di ricerca

Dopo aver creato il file Sitemap, il passo successivo consiste nel caricarlo nella directory principale del tuo sito ( www.example.com/miamappadelsito.xml ). Si noti che non è obbligatorio chiamarlo “sitemap”, ma è possibile inserire il nome desiderato. Quando si dispone del file preparato, caricalo sul server utilizzando un client FTP come  Filezilla  o Cyberduck .

Una volta che hai la mappa al server, invita i motori di ricerca  a venire ad esaminarla. Ci sono tre modi per farlo:

Metodo 1: Strumenti per i Webmaster

Puoi inviare la mappa tramite gli strumenti webmaster del motore di ricerca.

Ecco i passi da seguire:

  1. Crea un account con strumenti di Google  o  Bing
  2. Aggiungi l’URL del tuo sito web
  3. Verifica il sito
  4. Carica la tua Sitemap:
    • Su Google –  Tracking> sitemaps
    • In Bing – Configurazione del mio sito> Mappa del sito

Metodo 2: Robots.txt

Puoi includere una riga alla fine del file robots.txt  nel tuo sito:

Sitemap: http://www.example.com/sitemap.xml

Metodo 3: Ping

Fare ping è come dire al motore di ricerca “la mia sitemap è qui , ” ed è così semplice come il caricamento di un indirizzo nel browser. È il metodo meno sicuro dei tre, ma finora ha funzionato.

Detto questo, qui  gli indirizzi che dovresti caricare, dove URL_SITEMAP è l’URL della mappa:

  • Su Google – http://www.google.com/webmasters/tools/ping?sitemap=[indirizzo Web della sitemap]
  • A Bing  – http://www.bing.com/ping?sitemap=[indirizzo Web della sitemap]

Sei riuscito a generare la tua Sitemap e inviarla al motore di ricerca?

Ti è piaciuto l'articolo ?
[Totale: 0 Media Voto: 0]
Post recenti
Lascia un commento

Leave a Comment

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

come funziona googlecontenuti duplicati